COLFERT.COM

Ecobonus 50%, Superecobonus 110% e serramenti: facciamo chiarezza sul DL Rilancio

Finalmente è legge il DL Rilancio che prevede il "Super Ecobonus" del 110% per interventi di efficientamento energetico e di natura strutturale sul patrimonio edilizio


Una grande opportunità per tutta la filiera di serramentisti e committenti

Dare uno slancio al settore edilizio incentivando gli interventi aventi per obiettivo un'importante riqualificazione del patrimonio edilizio: è questa l'idea che sta alla base dell'ecobonus 110%, lo sconto introdotto dal Dl Rilancio dopo l'emergenza Coronavirus.
Nell'ultima versione del testo, pubblicata il 20/05/2020 in Gazzetta Ufficiale, sono stati però definiti meglio i criteri e i limiti di accesso, gli interventi ammissibili, l'iter da seguire ed i termini di fruizione della detrazione, con l'introduzione di multe per chi ricorrerà in maniera illegittima al bonus.

Ci sarà un anno e mezzo a disposizione dei committenti per accedere a questa agevolazione: la detrazione del 110 per cento riguarderà infatti le spese sostenute tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo, ed è destinata a specifici interventi volti ad incrementare l'efficienza energetica degli edifici (ecobonus), la riduzione del rischio sismico (sismabonus) e per interventi ad essi connessi relativi all'installazione di impianti fotovoltaici e colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.
NON SOLO: anche la sostituzione dei serramenti e l'installazione di schermature solari come le pergole bioclimatiche addossate all'edificio potranno beneficiarne se eseguite in concomitanza con gli interventi previsti dal bonus.


Super Ecobonus 110% e serramenti: quando si potrà fruirne?

La sostituzione di serramenti può rientrare nel superecobonus se abbinato agli interventi sotto descritti che sono agevolabili al 110%:
 Coibentazione degli edifici con intervento su almeno il 25% della superficie esterna (ad es.: cappotti) – limite di spesa: 60.000 euro per ogni unità immobiliare
 Interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento nei condomini – limite di spesa: 30.000 euro per ogni unità immobiliare
 Interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento/raffrescamento degli edifici unifamiliari – limite di spesa: 30.000 euro.

Il limite di spesa per la sostituzione dei serramenti rimane quello previsto dalla precedente legislazione (Ecobonus: 60.000 euro – Ristrutturazione: 96.000 euro), detraibili in 5 anni.
Per accedere al superecobonus è necessario attendere i Decreti attuativi e le necessarie procedure dell'Agenzia delle Entrate.
 

Criteri e limiti d'accesso per il Super Ecobonus al 110%

 

L'intervento deve:

  • Comportareun guadagno di almeno due classi di attestazione delle prestazioni energetiche dell'edificio o il conseguimento della classe energetica più alta (APE)
  • essere asseverato da un tecnico abilitato – asseverazione tecnica e di congruità delle spese
  • i materiali isolanti utilizzati per l'isolamento delle parti opache devono rispettare i Criteri Ambientali Minimi (CAM)
  • essere realizzato in condomini o unità immobiliari adibite ad abitazione principale
  • riguardare detrazioni di persone fisiche.

 

Le sanzioni previste in caso di falsa certificazione

Attenzione però a non avviare lavori di ristrutturazione mascherandoli da interventi che danno diritto al superecobonus: le multe in questo caso saranno salatissime per chi produce dichiarazioni non corrispondenti.

L'iter per accedere allo sconto in fattura o la cessione del credito non si esaurisce con la mera presentazione della domanda.
Tra i documenti da presentare, per esempio, c'è la certificazione energetica, che deve provare il miglioramento dell'edificio (sempre in termini di impatto ambientale e/o messa in sicurezza).
In caso di attestazioni false, a coloro che hanno richiesto il Superecobonus in modo fraudolento verranno comminate sanzioni che andranno da un minimo di 2 mila euro ad un massimo di 15 mila euro per ciascuna asseverazione infedele rilasciata.
Le ulteriori conseguenze a cui va incontro chi dichiara il falso pur di ottenere lo sconto includono l'immediata decadenza dei benefici fiscali.
Sulla veridicità delle informazioni vigilerà il ministero dello Sviluppo Economico, cui spetterà la verifica delle condizioni che danno diritto all'agevolazione.

L'ECOBONUS 50% RIMANE ATTIVO?

Si, è confermato: per la sostituzione e l'installazione di nuovi infissi, dunque, restano in vigore le normative precedenti, che prevedono un'agevolazione fiscale del 50% di quanto speso per acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, e di schermature solari.
Tali interventi sono detraibili al 50% in 10 anni e l'agevolazione si applica a qualsiasi immobile riscaldato, alle persone fisiche, ai soggetti IRES.